Acqua2
Sei in: Home » Acqua » La Rete Fognaria » Gli impianti di depurazione

Gli impianti di depurazione

I maggiori centri urbani del territorio degli undici comuni che costituiscono ASI SpA sono dotati di una rete di collettamento delle acque reflue urbane, che vengono convogliate ad impianti di trattamento per essere sottoposte a processi di depurazione prima di essere restituite all’ambiente.

Il collettamento delle acque reflue urbane ed il loro successivo convogliamento agli impianti di depurazione comportano la necessità di utilizzare stazioni di sollevamento che pompano i liquami fognari verso la destinazione finale; data l’estensione territoriale degli undici comuni di cui sopra, le caratteristiche plani/altimetriche del territorio e la posizione degli impianti di depurazione, sulle reti fognarie interessate insistono circa 186 stazioni di pompaggio per liquami fognari.

Impianti di depurazione 
Impianto di depurazione di Eraclea Mare via dei Pioppi

Ogni comune possiede uno o più impianti di depurazione a servizio delle zone più densamente popolate; la potenzialità dell’impianto (espressa in abitanti equivalenti) è basata sul carico sia quantitativo che qualitativo che può essere prodotto dal territorio di competenza e che deve essere trattato dall’impianto destinatario; i carichi da depurare in questione possono essere costanti tutto l’anno (impianti dei comuni dell’entroterra) o a forte fluttuazione stagionale (impianti costieri a servizio di zone a prevalente interesse turistico/balneare).

ASI SpA per la conduzione e la gestione di suddette stazioni di sollevamento liquami fognari e per gli impianti di depurazione impiega un organico di circa 30 persone tra tecnici, personale addetto alla conduzione, personale addetto alle manutenzioni e personale di laboratorio addetto ai controlli.

Valid HTML 4.01! | Valid CSS!