Acqua2
Sei in: Home » Acqua » Servizi Tecnici » Fognatura: Ampliamento Reti

Fognatura: Ampliamento Reti

I progetti di ampliamento delle reti fognarie possono essere predisposti da ASI SpA oppure da un professionista abilitato, per quelle opere realizzate da terzi e che dovranno entrare a far parte della rete pubblica.

Per ampliamento si intende quelle opere che sono necessarie per portare il servizio in aree di nuova urbanizzazione o di trasformazione urbanistica; in senso lato ogni evento che comporti una modifica o ampliamento della rete fognaria pubblica dovrà essere progettato secondo una delle due modalità.

Nel caso che la progettazione venga affidata, formalmente, ad ASI SpA alla prima richiesta normalmente viene emesso un preventivo ed uno schema di massima delle opere da realizzare; successivamente, quando vi è una apposita richiesta, viene predisposto il progetto esecutivo.
Gli oneri di progettazione sono a carico del richiedente, e solo dopo il pagamento sarà rilasciato il progetto esecutivo dell’opera.

Diversamente il committente può presentare un progetto redatto da un professionista abilitato, sul quale l’Azienda esprimerà parere scritto; il parere potrà essere provvisorio, con prescrizioni, o definitivo. Per il parere definitivo dovranno essere presentati almeno i seguenti documenti: planimetrie di progetto, profili di posa ed una relazione idraulica/tecnica, completi di tutti gli elementi necessari all’identificazione delle opere. L’eventuale nulla osta sui documenti presentati sarà rilasciato solo se gli stessi saranno conformi alle prescrizioni impartite.

Impianto di depurazione di S. Donà in via Tronco
Impianto di depurazione di S. Donà in via Tronco

La successiva esecuzione delle opere potrà essere effettuata da chi ne ha titolo per mezzo di ditte specializzate che abbiano i requisiti previsti per legge per la realizzazione di opere pubbliche di acquedotto, quindi aventi iscrizione SOA per la categoria OG6 e classifica corrispondente all’importo delle opere da realizzare.

Il committente delle opere dovrà inoltre nominare un Direttore dei Lavori per le opere, il cui nominativo, insieme a quello della ditta costruttrice incaricata, dovrà essere comunicato ad ASI SpA per poter dar corso alla costruzione.

Nel costo sostenuto dal richiedente che affida la progettazione ad ASI SpA è compresa anche l’assistenza per tutte le manovre da effettuare sulla rete esistente, per consulenza tecnica e controlli di cantiere di competenza dell’Azienda.

Per quanto riguarda le principali specifiche tecniche per la realizzazione delle nuove reti fognarie si dovrà far riferimento alle seguenti disposizioni:

  • utilizzo di sistemi di fognatura di tipo separato, salvo diverse disposizioni che saranno impartite da ASI Spa in dipendenza del contesto urbanistico esistente in cui si interviene;
  • riduzione del grado di impermeabilizzazione delle aree salvaguardando possibili zone verdi ed utilizzando superfici drenanti o semi-drenanti laddove possibile (parcheggi, piazzali, ecc.);
  • eventuale trattamento delle acque di prima pioggia (mediante volumi di accumulo da inviare a depurazione o da trattare in loco) in base alla tipologia degli insediamenti;
  • eventuale adozione di vasche di laminazione qualora il recapito delle acque meteoriche avvenga in esistenti collettori o corpi idrici a cielo aperto non dimensionati per i nuovi contributi di portata;
  • reti nere: tubazioni in grès o in ghisa sferoidale rivestite internamente in cemento alluminoso;
  • reti bianche: tubazioni in calcestruzzo armato turbocentrifugate costruite con cemento ad alta resistenza, munite di giunti a bicchiere con guarnizione a tenuta;
  • reti miste: come le reti nere per diametri £ 400 mm e come le reti bianche, però rivestite internamente con resine epossidiche, per diametri > 400 mm.
  • pozzetti delle linee principali tipo prefabbricato in calcestruzzo armato vibrocompresso costruiti con cemento ad alta resistenza, per le linee nere e miste saranno circolari del tipo Passavant, Monolite o similari, muniti di chiusino in ghisa sferoidale di sezione circolare 60 cm;
  • allacciamenti dei singoli lotti, completi di pozzetti terminali in conglomerato cementizio, almeno 50x50 cm con chiusino in ghisa. I collettori di allacciamento avranno diametro minimo pari a 200 mm, pendenza minima 2% e saranno realizzati nei materiali sopra riportati per le reti nere/miste (ghisa sferoidale o grès) o in PVC:

La presente procedura si svolgerà con il controllo della sezione Nuove Opere aziendale, che può fornire ogni altra indicazione in merito.

 

Valid HTML 4.01! | Valid CSS!