Acqua2
Sei in: Home » Acqua » Le Tariffe » Depositi Cauzionali

Informativa depositi cauzionali

Si informa che l’AEEG, con delibera nr 86/2013 R/IDR del 28/02/2013 e delibera nr 643/2013 del 27/12/2013 allegato A), ha disciplinato, a decorrere dal 1 giugno 2014, il deposito cauzionale per il servizio idrico integrato.

Le novità rilevanti sono qui di seguito elencate:

Il versamento del deposito cauzionale non è più richiesto per gli utenti finali con domiciliazione bancaria/postale qualora i consumi annui siano inferiori ai 500 mc.

Il deposito cauzionale diventa dal 01/06/2014 fruttifero, quindi, maturerà interessi, calcolati al tasso legale in vigore, che verranno corrisposti al momento della restituzione del deposito.

Il deposito cauzionale fruttifero, applicato dal gestore, è determinato in misura pari al valore medio, per tipologia di utenza, dei corrispettivi unitari dovuti pari a tre mensilità di consumo medio annuo.

Il gestore applica, nella prima bolletta utile, un ammontare del deposito cauzionale fruttifero pari alla metà del valore determinato. Il restante 50% sarà rateizzato in due bollette successive. 

I depositi cauzionali fruttiferi per gli utenti con contratti di somministrazione in essere al momento dell'entrata in vigore del provvedimento saranno così adeguati:
- per l’utente che aveva versato un deposito cauzionale più basso, rispetto a quello nuovo stabilito secondo i criteri AEEG, dovrà pagare la differenza in tre rate:
la prima, pari al 50% dell’ammontare sarà addebitata nella prima bolletta utile e le successive saranno rateizzate nelle due bollette successive.
- per l’utente che aveva versato un deposito cauzionale più alto, rispetto a quello nuovo stabilito secondo i criteri AEEG, riceverà la differenza, in un’unica soluzione, in bolletta.

 

Valid HTML 4.01! | Valid CSS!